vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Unità di Medicina e Chirurgia della Fauna Esotica e Selvatica (CVF)

Il Servizio Fauna Selvatica ed Esotica ( SeFSE CVF) è referente per l’Università di Bologna per la cura di specie esotiche, pets non convenzionali e specie selvatiche allevate e a vita libera con oltre 400 specie visitabili.

Tale servizio viene attualmente erogato attraverso  l’Unità di Medicina e Chirurgia della Fauna Esotica  e dal nuovo centro veterinario fauna (CVF). La struttura supporta sia i proprietari di piccoli animali per la cura di specie esotiche sia i Centri di Recupero Fauna selvatica, la Regione Emilia Romagna, gli Enti Parco e altri Enti sul territorio. Attualmente Il servizio lavora per appuntamento ricevendo le visite presso l’ambulatorio 3 dell’Ospedale Veterinario del Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell’Università di Bologna ed ha in fase di realizzazione il Centro veterinario Fauna , un ospedale totalmente dedicato alla fauna selvatica ed esotica con annesse stabulazione esterne.

L’attività clinica e chirurgica prevede la diagnosi e la terapia di patologie su specie come ad esempio:

  • Piccoli mammiferi- Coniglio d’affezione, Cavia , Criceti, Ratti, Gerbilli della Mongolia, Petauri etc
  • Uccelli Domestici d’ affezione ( Pappagalli, Canarini, Tortore etc)
  • Tartarughe ( Testudo, Trachemys, Chelodina, Geochelone etc)
  • Serpenti (Lampropeltis, Boa, Python etc)
  • Anfibi (Xenopus, Ceratoprhys  etc)
  • Fauna selvatica nazionale ed extranazionale (Mammiferi, Uccelli, Rettili)

Le procedure diagnostiche per immagini sono supportate dal servizio SDIMM  mentre il Laboratorio di Ecologia dei Patogeni esegue la diagnostica molecolare, virologica, sierologica ed autoptica. Le procedure mediche e chirurgiche sono effettuate da personale preposto dell’Unità operativa del Centro Veterinario Fauna, dedicate a queste specie.

Spazi e Strumentazione.

L’ampia sala autoptica (in utilizzo comune con ex  MIPAV) viene usata dal SeFSE per svolgervi dalle 300 alle 700 indagini necroscopiche all’anno sia per attività di ricerca e  diagnostica sia per attività didattiche legate ai tirocini del corso di Patologia della Fauna Selvatica ed Esotica. E’ attrezzata con tavoli anatomici da necroscopia e con la strumentazione necessaria allo stoccaggio delle carcasse a -20°C (frigocongelatori  orizzontali e verticali) ed è dotato della strumentazione necessaria alle attività necroscopiche.