vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Funzionalità mitocondriale e composizione lipidica in animali di allevamento: effetto di xenobiotici, composti naturali, stress ossidativo

La funzionalità mitocondriale e la composizione lipidica vengono studiate in molluschi bivalvi e mammiferi utilizzati nell’alimentazione umana con l’obiettivo di evidenziare meccanismi molecolari implicati in problematiche emergenti in ambito medico-veterinario. In quest’ottica, lo studio di tali parametri biochimici, di rilevanza vitale e interdipendenti per il ruolo modulatore dei lipidi di membrana sulle attività enzimatiche ivi presenti, consente di valutare l’effetto in vivo ed in vitro di trattamenti sperimentali in condizioni ambientali diverse e con l’impiego di sostanze liposolubili naturali o di sintesi.
Gli effettori studiati comprendono parametri e contaminanti ambientali, farmaci, costituenti naturali o aggiunti alla dieta. Tra gli effetti, particolare attenzione è rivolta allo stress ossidativo, che può ripercuotersi oltre che sul benessere dell’animale, sulle caratteristiche nutrizionali e organolettiche del prodotto alimentare. Lo studio della funzionalità mitocondriale, che comprende la valutazione delle attività dei complessi respiratori e della ATP sintasi, quello della composizione lipidica, in particolare degli acidi grassi, e dei prodotti di ossidazione e perossidazione, si avvalgono di metodiche spettrofotometriche e polarografiche, analisi cinetiche, microestrazione in fase solida e gas-cromatografia e, per gli animali acquatici, di competenze/attrezzature nella sede di Cesenatico.

 

Maggiori informazioni sono presenti nella pagina «temi di ricerca» del sito web dei seguenti docenti:
Alessandra Pagliarani (Prof. Associato)
Salvatore Nesci (Ricercatore)
Maurizio Pirini (Ricercatore)
Fabiana Trombetti (Ricercatore)

Staff:
Micaela Fabbri (Tecnico)
Vittoria Ventrella (Tecnico)